In informatica il plotter è una periferica specializzata nella stampa di supporti di grande formato. È il dispositivo di output ideale per i sistemi CAD, dove è impiegato per la stampa di prospetti e progetti architettonici, meccanici, elettrici, mappe topografiche, curve geometriche ecc. Oggi viene anche utilizzato nell'ambito della grafica e della pubblicità grazie alle moderne tecnologie che consentono al plotter di stampare a colori e addirittura di ritagliare (plotter da taglio). Il nome deriva dal verbo inglese to plot nel senso di tracciare (un diagramma).

plotterUn plotter dei primi anni '60


1 Plotter a penna
2 Plotter a getto d'inchiostro
3 Plotter da stampa&taglio a getto d'inchiostro
4 Plotter da taglio
5 Plotter da incisione
6 Plotter da modellazione

in fine Esistono plotter tridimensionali (3D), che eseguono la modellazione del blocco di materiale, asportandone le parti per mezzo di frese, utensili dedicati alla modellazione. Queste periferiche, chiamati anche modellatori 3D o frese da tavolo, sono molto utilizzate nella prototipazione rapida per la possibilità di avere in tempi brevi l'oggetto solido dal modello computerizzato. La tecnica della modellazione ad asportazione di truciolo o SRP (Subtractive Rapid Processing) è molto utilizzata per la sua alta qualità nel dettaglio del pezzo finito e per la possibilità di lavorare materiali sia in resina che in metallo per la creazione di prototipi, parti funzionali e stampi. Queste macchine sono anche dotate di cambia utensili automatici e di quarto asse girevole per la lavorazione a 360°. Oggi è anche molto utilizzata la tecnica ARP (Addictive Rapid Processing), cioè modellazione addittiva. È concettualmente molto simile ad un plotter a getto di inchiostro, in grado di incollare una polvere depositata a strati, creando quindi dei pezzi per layer, con una precisione abbastanza elevata e la possibilità di colorare man mano gli oggetti. Esistono inoltre dispositivi affini in cui gli oggetti vengono creati attraverso la solidificazione di un liquido per mezzo di laser, anche in essi la creazione avviene per layer.
I dati sono ricevuti dal computer sotto forma di linguaggi specifici per plotter, tra cui il più noto è l'HPGL.